Area Riservata
METEO Finale Ligure

Tour dei Borghi

Finale ligure è il risultato dell’unione di quattro comuni indipendenti che diventarono un’unica città quando furono accorpati, durante l’epoca fascista, con il R.D. n. 383 del 1927

La parte più antica della città è Finalborgo, uno dei borghi più belli d’Italia, cuore del marchesato del Finale tra il XII e il XVIII secolo.
Attualmente Finalborgo è sede di numerosi negozi di artigianato ed è diventata punto di partenza per numerose escursioni a piedi e in mtb nell’entroterra finalese, nonché punto d’incontro di tutti gli appassionati free-climbers che nel territorio di Finale trovano la loro meta ideale.Finalborgo ebbe il maggior sviluppo durante il Medioevo, quando fu capitale del Marchesato di Finale, governato dai Del Carretto e sotto la Spagna (XVII secolo). Lo dominano dall’alto Castel San Giovanni e i resti di Castel Gavone, con l’imponente torre dei Diamanti. Tra i gioielli di Finalborgo scopriremo: la tovaglia eucaristica a trompe-l’oeil in marmo conservata in S. Biagio e il Teatro Aycardi (1806), un’autentica “bomboniera” con tre ordini di palchi quasi in miniatura.
Il borgo è parte della ristretta elite dei borghi più belli d’Italia.

Monumenti e luoghi d’interesse:

  • Basilica collegiata di San Biagio
  • Complesso conventuale di Santa Caterina
  • Complesso conventuale di San Francesco
  • Palazzo Cavasola
  • Palazzo Brunenghi
  • Palazzo del Tribunale
  • Palazzo Ricci
  • Teatro Aycardi
  • Castel San Giovanni
  • Castel Gavone (o Govone)
  • Strada Beretta

Il secondo rione è Finalmarina situato immediatamente dopo Finalborgo continuando in linea retta per circa 1,5 Km verso il mare.
La sua via principale, via Pertica è ricca di negozi ed è il luogo ideale dove fare acquisti prima di andare a raggiungere i propri amici nella spiaggia a quattro passi.
Finalmarina è dominata da Castel Franco, fortificazione di origine genovese che ricorda le terribili guerre avvenute in passato tra la Repubblica di Genova e il Marchesato del Finale.
Oltre alla bellissima passeggiata a mare all’ombra delle palme, denominata Lungomare Augusto Migliorini in onore di uno dei più importanti sindaci di Finale del secolo scorso, la zona offre ottimi ristoranti agli amanti della buona tavola.
Il centro di Finalmarina è isola pedonale e percorrerlo è un piacevole viaggio nel Seicento: gli opulenti palazzi della dominazione spagnola fanno sfoggio di portali in ardesia, ornamenti e stemmi. L’arco dedicato a Margherita di Aragona guarda l’azzurro mare di Finale, come a rispondere alle lusinghe di Castelfranco che con la sua torre ottagonale di S. Bartolomeo le mostra il suo confine di levante, e a quelle della torre della Colombara, quello di ponente.

Monumenti e luoghi d’interesse:

  • Basilica di S. Giovanni Battista
  • Chiesa dei Neri
  • Chiesa dei Frati Cappuccini
  • Arco di Margherita di Spagna
  • Arco di Re Carlo Alberto
  • Fortezza di Castelfranco
  • Pieve del Finale

Continuando lungo la costa, nella valle del fiume Sciusa, si incontra il terzo rione: Finalpia.
La parte più antica del rione è costituita dal Santuario di S Maria Pia, composto da una chiesa e da una bellissima abazia benedettina con annesso un piccolo negozio dove si possono acquistare i prodotti erboristici e dell’apicoltura che la saggezza antica dei monaci rende unici.
L’intero complesso trae origine da una chiesa medioevale, la cui prima notizia risale all’anno 1302. Il bel campanile romanico ancora intatto risale alla fine del scolo XIII.
Nella cuspide, in pietra squadrata, la sommità venne distrutta da un fulmine nel 1966 e fu in seguito restaurata.
Questo edificio è, in riviera, il più duro e intatto esempio di campanile duecentesco.

Il resto dell’abitato si snoda dalla costa verso l’entroterra; molto panoramica è Via Castelli che si conclude con un bellissimo punto di osservazione sul litorale noto come Belvedere.
Il resto del rione si allontana dal mare penetrando all’interno della vallata fino a raggiungere la frazione di Calvisio, dove si trovano alcuni antichi palazzi del XVII secolo.
A destra della valle di Pia si trova un preziosissimo gioiello: “La Val Ponci”, dove esistono cinque ponti romani, tre dei quali ancora in perfetto stato di conservazione attualmente utilizzati dalla popolazione locale, dai biker e dagli escursionisti.

Monumenti e luoghi d’interesse:

  • Chiesa di N. S. di Pia e Abbazia dei Benedettini
  • Villa Buraggi
  • Lacremà (frazione Calvisio)
  • Ponti Romani della Valponci (frazione Verzi)

Il quarto rione è quello di Varigotti che si trova al confine orientale del comune di finale, compreso tra il Porto Turistico e Capo Noli.
L’abitato di Varigotti ha una posizione geografica magnifica ed un clima tra i più miti di tutto il ponente ligure anche grazie all’altopiano delle Manie alle sue spalle che lo protegge.
Essa presenta particolari pittoreschi nella sua architettura e conserva una trama di vicoli e piazzette su cui si affacciano le vecchie “case mediterranee” anche dette “case saracene” tipologia abitativa quasi unica nella Riviera, colorate, terrazzate e ad un solo piano direttamente adagiate sulla spiaggia o costellanti gli insediamenti rurali a mezzo costa di Ca’ dei Mori, Giardino, Chien, Oliveto, Pino.

Il tratto di Aurelia sottostante fra Varigotti e Noli, è detto “il Malpasso”, ricavato alla base delle alte scogliere bianchissime, a picco sul mare e oggi tra le più apprezzate spiagge libere attrezzate della Liguria.
Il Capo di Varigotti, è un delizioso belvedere a picco sul mare da cui si ammira la Baia dei Saraceni, delimitata a ponente dal verde e scosceso promontorio di Punta Crena dominata dalla torre di avvistamento saraceni, riserva naturalistica e sito storico in cui si trovano i ruderi del castello di epoca bizantina.

Subito a levante del paese, in alto quasi a picco sulla baia, sorge, in uno degli angoli più suggestivi della Riviera, la chiesa medievale di San Lorenzo, esemplare di architettura romanica molto ben conservato e visitabile, da cui si può godere un panorama mozzafiato spaziante da est ad ovest da Spotorno sino ad Alassio.

Monumenti e luoghi d’interesse

  • Chiesa romanica di S. Lorenzo
  • Ruderi Castello
  • Parrocchiale di San Lorenzo
  • Parco naturalistico di Punta Crena
  • Castrum Varigottis

Facebook